Contratto Locazione Commerciale

Altre viste

Contratto Locazione Commerciale

Ti Garantiamo:

  • COMPETENZA VERIFICATA

    L’avvocato viene selezionato in base a feedback e recensioni degli utenti.

  • MIGLIOR PREZZO GARANTITO

    Il prezzo nel preventivo è quello che effettivamente pagherai all’avvocato.

  • L’AVVOCATO PIÙ VICINO IN 48H

    Entro 48 ore ti proponiamo l’avvocato più conveniente della tua zona.

  • SODDISFATTI O RIMBORSATI

    Se non sei convinto, ti proponiamo gratuitamente altri 2 avvocati.

Disponibilità: Disponibile

Contratto Locazione Commerciale

Tariffa media di mercato 608,00 € *

139,00 €

SERVIZIO LEGALE

Preventivo avvocato: si riferisce al costo massimo della prestazione legale (in termini di onorario professionale) che verserai direttamente all’avvocato che Outlet Legale si impegna a trovare per te. Da tale importo sono in ogni caso esclusi IVA di legge (ove dovuta), CPA (Cassa previdenziale avvocati al 4%), nonché tutti gli eventuali costi di contributo unificato e imposte di bollo.
120,00 €

(verserai all’avvocato)

SERVIZIO
CONFRONTO PREVENTIVI
Servizio Comparazione: si riferisce al prezzo che paghi subito per ricevere il preventivo migliore.
19,00 € *

(da versare subito per ottenere il preventivo)

*I prezzi indicati sono iva compresa

Una volta completato l’acquisto riceverai entro 48 ore via mail il preventivo al miglior prezzo garantito da parte di un avvocato della tua zona. Clicca qui per vedere un esempio del preventivo che riceverai.

* Il preventivo comprende

Il servizio prevede:
  • Primo contatto telefonico o via e-mail e raccolta delle informazioni necessarie
  • Redazione del contratto di locazione commerciale entro 5 giorni lavorativi
  • Consegna del contratto di locazione commerciale via e-mail e/o in occasione di un appuntamento concordato con l’avvocato.
*Tariffa minima ricavata da Parametri Forensi Attività Stragiudiziale ex Artt. 1-3 e 18-27, DM 55/2014, Ipotizzando valore della pratica da 1.101€ a 5.200€.

DOMANDE FREQUENTI

Cos’è il contratto di locazione commerciale?
È quel contratto con cui il locatore concede a un altro soggetto il godimento di un immobile destinato a un uso non abitativo, dietro il pagamento da parte del conduttore di un corrispettivo il cui importo è concordato liberamente dalle parti. Puoi rivolgerti a un legale per locazione commerciale se devi redigere, per esempio:
  • Il contratto di affitto di un ufficio
  • Il contratto di locazione di un magazzino
  • Il contratto di locazione del tuo negozio.

Qual è la durata di un contratto di locazione commerciale?
La durata di questo tipo di contratto varia in base al tipo di attività che viene svolta dal conduttore nell’immobile. Nella fase di redazione di contratti di locazione, deve quindi essere chiaramente riportata e specificata nel testo la tipologia di attività.
Nel dettaglio:
  • La durata del contratto di locazione commerciale non può essere inferiore a 6 anni se l’immobile è adibito ad attività di tipo commerciale, industriale, artigianale, di interesse turistico (agenzie di viaggio e turismo, impianti sportivi e ricreativi, aziende di soggiorno, organismi di promozione turistica e simili) o all’esercizio abituale e professionale di qualsiasi attività di lavoro autonomo
  • Il contratto non può durare meno di 9 anni se nell’immobile vengono svolte attività alberghiere o di imprese assimilate come case di cura, stabilimenti di pubblici spettacoli, stabilimenti balneari, pensioni e trattorie.
Va inoltre specificato che:
  • Per i contratti di locazione commerciale non si applica l’opzione della cedolare secca, come avviene invece nei contratti di locazione abitativa
  • Il contratto deve essere registrato
  • Le spese vanno divise tra le parti: quelle ordinarie spettano al conduttore, quelle straordinarie sono a carico del locatore
  • Il conduttore versa al locatore una cauzione non superiore a 3 mensilità di canone. La somma produce interessi che il locatore deve dare al conduttore alla fine di ogni anno. In caso di danni la cauzione può essere trattenuta tutta o in parte dal locatore.

Come funziona il rinnovo dei contratti di locazione commerciale?
Nel caso di attività commerciali, industriali, artigianali, di interesse turistico e di esercizio di lavoro autonomo, il rinnovo è automatico per 6 anni a ogni scadenza di 6 anni. Per gli immobili locati per attività alberghiere o di imprese assimilate, alla scadenza dei 9 anni il contratto viene automaticamente rinnovato per altri 9. Per evitare il rinnovo automatico, il conduttore deve inviare lettera raccomandata al locatore 12 mesi prima (per i contratti con durata 6 anni) o 18 mesi prima (per i contratti con durata 9 anni).

Il locatore può negare il rinnovo del contratto?
Sì, inviando al conduttore una raccomandata e indicando espressamente la propria volontà. La lettera deve essere spedita con un preavviso di 12/18 mesi a seconda della durata di 6 o 9 anni del contratto.

Il conduttore non rilascia l’immobile: che fare?
Se è stata regolarmente comunicata la disdetta al conduttore e quest’ultimo non rilascia l’immobile alla scadenza del contratto, il locatore può procedere in giudizio. Il Giudice, una volta attestata la regolarità della procedura, rilascerà un provvedimento con il quale il locatore potrà ottenere la disponibilità concreta dell’immobile in questione.

Il conduttore può recedere il contratto di locazione commerciale?
Sì, se le parti hanno stabilito nel contratto che il conduttore possa recedere il contratto in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo. Inoltre, secondo la legge, il conduttore può recederlo – per gravi motivi – in qualsiasi momento comunicandolo per raccomandata entro 6 mesi dalla scadenza.

Quando il locatore può recedere il contratto?
Il locatore può dare disdetta del contratto di locazione commerciale esclusivamente alla scadenza del contratto stesso e solo in alcuni casi specifici, ovvero:
  • Quando vuole utilizzare l’immobile come abitazione propria, del coniuge o dei parenti entro il 2° grado (figli, genitori e nipoti)
  • Quando vuole usare l’immobile per l’esercizio di un’attività commerciale, industriale, artigianale, di interesse turistico o per l’esercizio abituale e professionale di qualsiasi attività alberghiera o di lavoro
  • Se il locatore è una pubblica amministrazione, un ente pubblico o di diritto pubblico e vuole destinare l’immobile all’esercizio di attività legate alla propria finalità istituzionale
  • Quando intende ristrutturare o adeguare l’immobile.


Quando il conduttore ha diritto all’indennità per la perdita di avviamento?
Se il rapporto di locazione cessa per cause diverse da quelle previste dalla legge – recesso da parte del conduttore o regolare disdetta del locatore – al conduttore spetta l’indennità per la perdita di avviamento pari a 18 mesi di affitto se il contratto era di 6 anni o 21 mesi se la durata era di 9 anni. Inoltre, se entro un anno nell’immobile viene esercitata la stessa attività svolta dal conduttore, il locatore deve a quest’ultimo un’ulteriore indennità sempre pari a 18/21 mesi di affitto.

Cosa si intende per locazione stagionale?
È un particolare tipo di contratto di locazione commerciale con carattere stagionale (per es. locazione di stabilimenti balneari). In questo caso specifico, il locatore ha l’obbligo di concedere in locazione l’immobile nello stesso periodo dell’anno successivo allo stesso conduttore. È necessario, tuttavia, che quest’ultimo ne faccia apposita richiesta con lettera raccomandata prima della scadenza del contratto. La durata della locazione stagionale va da 6 a 9 stagioni (6/9 anni consecutivi) in base alla tipologia di attività.

Il conduttore può sublocare/cedere l’immobile a terzi?
Sì, anche senza il consenso del proprietario, ma solo se con l’immobile viene sublocata o ceduta anche la sua azienda. Nel caso, va avvisato il locatore con raccomandata con avviso di ricevimento. Il locatore può opporsi entro 30 giorni solo se vi sono gravi motivi.

Il locatore può vendere l’immobile locato?
Sì, ma in nessun caso la vendita può interrompere il contratto di locazione. Inoltre, deve comunicarlo al conduttore a mezzo di atto notificato da parte dell’ufficiale giudiziario. Il conduttore può avvalersi del diritto di prelazione sull’immobile prima in locazione commerciale, acquistandolo a preferenza rispetto a terzi.
Devi affittare un negozio o un’attività?
Questo servizio è pensato da Outlet Legale per tutti coloro che necessitano dell’assistenza e della consulenza di un avvocato su come stipulare un contratto d’affitto. Acquista ora il servizio: individueremo per te un avvocato nella tua zona che ti offrirà un servizio completo e “tutto incluso” permettendoti di risparmiare fino al 70% rispetto alla media delle tariffe legali per la stesura dei contratto d’affitto commerciali.

Non trovi il servizio che cerchi?

Scrivici le tue esigenze.

CONTATTACI
Resta sempre aggiornato
sulle nuove promozioni
X